Devo traslocare

scatoloni e imballaggiIl trasloco va pianificato con cura qualche settimana prima della data fissata, per distribuire il lavoro e preparare al meglio il trasferimento.

Il segreto di un trasloco senza stress è articolare tutto per fasi, considerando un po’ di anticipo per evitare contrattempi.

La prima cosa da fare è decidere se si vuole un trasloco fai da te oppure affidare la gestione del trasloco a una ditta specializzata in traslochi. Si può anche scegliere una soluzione mista:  fare da se i pacchi e chiamarte la ditta di trasklochi soltanto per montare e smontare i mobili e trasportare gli scatoloni. In ogni caso è utile chiedere un preventivo a diverse ditte di traslochi. Esistono grandi aziende con filiali su tutto il territorio e anche all’estero, ed esistono piccoli traslocatori, ditte a conduzione familiare che spesso si occupano anche di svuotare cantine e locali recuperando parte del materiale che non interessa al cliente e facendo così scendere sensibilmente il conto.

Non tutti, però si affidano ad una ditta specializzata in traslochi. Quando la casa è piccola, si ha buona volontà e si ha qualche amico disposto ad aiutare, si può semplicemente noleggiare un furgone.

A volte si è costretti a traslocare senza avere ancora la disponibilità di un nuovo alloggio. In questo caso i mobili possono essere lasciati in deposito nei magazzini dei traslocatori, oppure contattare un “hotel delle cose”.

Una cosa da fare prima del trasloco è una lista di indirizzi importanti da avvisare del cambio di domicilio o residenza, chiedendo anche all’amministratore del condominio.

Al lato pratico, la prima operazione, garanzia per conservare integri gli oggetti di casa, è effettuare un adeguato imballaggio.

Ecco i consigli più utili sul trasloco, per organizzare tutto con il minore stress possibile:

  • Conto alla rovescia: una scaletta delle cose da fare prima di traslocare, settimana per settimana. Puoi anche stamparne le pagine per cancellare via via quello che hai già fatto (dà molta soddisfazione)
  • La valigetta di emergenza: qui trovi la lista di ciò che è bene tenere a portata di mano nel “kit di sopravvivenza”, per non farti cogliere alla sprovvista il giorno del trasloco.
  • Bambini, animali e piante: alcuni componenti della famiglia, come bambini, animali domestici e piante sono più delicati degli altri e hanno bisogno di cure speciali.
  • Fare da soli il trasloco: quali sono i problemi di cui tenere conto se decidi di organizzare da solo il trasloco?
  • Riempire gli scatoloni: imballare è un’arte raffinata o una dura necessità? Entrambe le cose. Ecco i segreti per salvare le tue cose dai maltrattamenti inevitabili nel viaggio.
  • Noleggiare un furgone: chi desidera fare da se il trasloco dovrà procurarsi un furgone. Ecco le regole per noleggiare un mezzo adatto al trasporto.
  • Le ditte di trasloco: qualche consiglio esperto su come fare la scelta più conveniente affidandosi a un traslocatore professionista.