Come e cosa inscatolare

Per chi si avvale di una ditta specializzata in traslochi, gli scatoloni vengono normalmente forniti dalla ditta di traslochi; sono di cartone robusto, di grandezza media, nuovi e piegati, per occupare meno spazio ed essere accatastati e trasportati facilmente da vuoti. Per creare una scatola bella resistente, occorre piegare i lembi e applicare il nastro da pacchi nella parte inferiore a croce, cioè sia nel senso dell’unione di due lembi che a 90 gradi, facendo in modo che parta e arrivi alla metà circa della pareti laterali. E’ importante rinforzare bene con altre strisce di nastro adesivo gli scatoloni destinati agli oggetti più pesanti, come ad esempio i libri.

Se non ti sei rivolto a una ditta di traslochi, puoi cercare le scatole che ti servono fuori dai negozi o chiedere ad un supermercato di tenere da parte le scatole più resistenti. L’importante è che gli scatoloni siano puliti, di grandezza media, e privi di odori. Se gli scatoloni sono stati riciclati, per una maggiore igiene puoi inserire all’interno di ognuno un pezzo grande di plastica a bolle d’aria (tipo pluriboll, polifrene o extracell) che avrà la funzione di isolare i tuoi oggetti dalle pareti di cartone, oltre che di proteggerli maggiormente dagli urti esterni.

Consigli per evitare il mal di schiena: fare in modo che il peso degli scatoloni non superi i 20 chilogrammi, sia per una questione di normative che di facilità nel trasporto anche per le persone meno forti. Particolare attenzione deve essere posta agli scatoloni dei libri, che normalmente possono raggiungere pesi considerevoli. Per evitare di avere scatoloni troppo pesanti e difficilmente trasportabili, è bene non riempire le scatole solo di libri, ma usare i libri per fare uno strato su cui poi verranno alloggiati altri oggetti meno pesanti.

I computer e le apparecchiature elettroniche in generale devono essere scollegate e imballate; nel caso i collegamenti non siano semplici da ricordare, è meglio abbozzarne uno schema per effettuare più agevolmente la connessione nella nuova abitazione, o in alternativa provvedere con etichette adesive sulle estremità dei cavi.

Gli scatoloni contenenti materiali che non devono essere capovolti, perché ad esempio contengono liquidi o apparecchiature delicate, devono recare sia sul lato che sul nastro la scritta ben visibile “non capovolgere”. I contenitori di liquidi dovranno comunque essere chiusi con estrema cura, il rovesciamento accidentale durante la movimentazione potrebbe causare danni considerevoli ai mobili e agli altri materiali.