Decidere la data del trasloco

A volte la data é vincolata dalla scadenza del contratto di affitto, in questi casi l’unica cosa da fare è cercare di essere il più possibile liberi da impegni nella settimana stabilita. Se invece c’è la libertà di scegliere la data è meglio tenere conto degli impegni scolastici dei figli, fare in modo che il periodo scelto sia quello più libero da impegni e prendere qualche giorno di permesso dal lavoro. I mesi più gettonati per fare i traslochi solitamente sono maggio, giugno e luglio, quindi se la data prescelta cade in quel periodo, è importante contattare la ditta di trasloco con largo anticipo, anche per evitare sovrapprezzi.

Ottimi mesi possono essere settembre, ottobre o novembre: a volte le ditte di traslochi applicano prezzi più vantaggiosi in questo periodo, poiché c’è un calo di lavoro.

Il clima, per quanto possibile, non deve essere troppo freddo o, ancora peggio, piovoso. La pioggia è nemica del cartone degli imballaggi, che verosimilmente sosteranno almeno qualche giorno nella nuova dimora, trattenendo l’umidità e rischiando di rovinare il contenuto.